Beato Nicola da Gesturi

“FRATE SILENZIO”

1882, 4 agosto: Giovanni Angelo Salvatore Medda (Nicola) nasce a Gèsturi (Oristano, Sardegna)
1911, marzo: entra come terziario nel convento cappuccino di Cagliari.
1913, 30 ottobre: veste l’abito cappuccino e cambia il suo nome con quello di fra Nicola.
1914, 13 giugno: dopo otto mesi il va a Sanluri a continuare il noviziato.
1914, 1 novembre: festa di Tutti i Santi, emette la professione semplice.
1919, 16 febbraio: fa la professione solenne dei voti. Successivamente va al convento di Sassari come cuciniere, poi a Oristano e a Sanluri.
1924, 25 gennaio: viene inviato al convento maggiore di Buoncammino in Cagliari, dove resta fino alla morte come questuante.
1958: 8 giugno: muore alle ore 0,15 e viene sepolto nel cimitero di Bonaria a Cagliari, meta di continui pellegrinaggi.
1966, 6 ottobre: ha inizio il processo ordinario-informativo a Cagliari
1978-1982: negli anni viene istruito il Processo cognizionale.
1980, 2 giugno: le sue spoglie vengono trasportate dal cimitero alla chiesa del convento.
1996, 25 giugno: viene riconosciuta l’eroicità delle sue virtù.
1999, 3 ottobre: papa Giovanni Paolo II lo proclama “beato”.

Preghiamo il Signore che ci usi misericordia. Già la vediamo in questi giorni di memoria della sua passione e morte, figura della vita nostra; poi viene la resurrezione, ancora più confortante se mai preghiamo che ci dia la grazia di imitarlo portando la croce per suo amore. Preghiamo e confidiamo in Dio a vederci nel santo Paradiso. Sia lodato Gesù e Maria (b. Nicola da Gesturi)

www.fraticappuccini.it