I

Sacramenti

I Sacramenti:

Il Catechismo della Chiesa Cattolica afferma:

1113 Tutta la vita liturgica della Chiesa gravita attorno al sacrificio eucaristico e ai sacramenti. (39) Nella Chiesa vi sono sette sacramenti: il Battesimo, la Confermazione o Crismazione, l’Eucaristia, la Penitenza, l’Unzione degli infermi, l’Ordine , il Matrimonio. (40)

1131 I sacramenti sono segni efficaci della grazia, istituiti da Cristo e affidati alla Chiesa, attraverso i quali ci viene elargita la vita divina. I riti visibili con i quali i sacramenti sono celebrati significano e realizzano le grazie proprie di ciascun sacramento. Essi portano frutto in coloro che li ricevono con le disposizioni richieste.

1132 La Chiesa celebra i sacramenti come comunità sacerdotale strutturata mediante il sacerdozio battesimale e quello dei ministri ordinati.

1133 Lo Spirito Santo prepara ai sacramenti per mezzo della Parola di Dio e della fede che accoglie la Parola nei cuori ben disposti. Allora, i sacramenti fortificano ed esprimono la fede.

1134 Il frutto della vita sacramentale è ad un tempo personale ed ecclesiale. Da una parte tale frutto è, per ogni fedele, vivere per Dio in Cristo Gesù; dall’altra costituisce per la Chiesa una crescita nella carità e nella sua missione di testimonianza.

Essere Padrino o Madrina:

L’invito a fungere da Padrino o Madrina è un onore, ma anche una responsabilità verso la comunità dei credenti, verso la famiglia che rivolge l’invito e verso il bambino/ragazzo che viene presentato al Battesimo o alla Confermazione o Crismazione.
Il Codice di diritto Canonico sottolinea l’importanza del mandato:
A chi riceve il Battesimo o la Confermazione, per quanto è possibile, si dia un Padrino e/o una Madrina il cui compito è cooperare con i genitori affinchè il battezzato conduca poi una vita cristiana conforme agli impegni del Battesimo e, ricevuto la Cresima, si comporti da vero testimone di Cristo (cfr. CDC., cc 872 – 892).
Per assumere l’ufficio di Padrino/Madrina sono necessarie alcune condizioni:
1) Abbia l’idoneità e l’intenzione di adempiere questo ufficio.
2) Abbia compiuto i sedici anni.
3) Sia Cattolico e abbia ricevuto i Sacramenti della Confermazione e dell’Eucaristia.
4)Conduca una vita conforme alla fede e all’incarico che sta per assumere:
non sia convivente; se coniugato, abbia celebrato regolarmente il Sacramento del Matrimonio.
5) Non sia colpito da alcuna pena canonica legittimamente inflitta o dichiarata.
Siano assunti un unico Padrino o un un’unica Madrina, o anche un Padrino ed una Madrina. Per la Confermazione è conveniente che faccia da Padrino/Madrina la medesima persona che ne assunse già compito nel Battesimo.
Scarica